domenica, gennaio 23, 2011

l sonetto I Gioacchino Belli..(forse non è del Belli ....anzi non è del Belli....)

Mentre ch'er ber paese se sprofonna

tra frane, teremoti, innondazzioni

mentre che so' finiti li mijioni
pe turà un deficì de la Madonna



Mentre scole e musei cadeno a pezzi

e l'atenei nun c'hanno più quadrini
pe' la ricerca, e i cervelli ppiù fini
vanno in artre nazzioni a cercà i mezzi



Mentre li fessi pagheno le tasse

e se rubba e se imbrojia a tutto spiano
e le pensioni so' sempre ppiù basse



Una luce s'è accesa nella notte.

Dormi tranquillo popolo itajiano
A noi ce sarveranno le mignotte

segnalato da un collega

2 commenti:

Marina Salomone ha detto...

ah ah ah fantastica sembra proprio vera poesia di Belli!!!

L'economa domestica ha detto...

Non è del Belli e stilisticamente non ci somiglia nemmeno...

Sottoscrivi via Email

Inserisci la tua email:

Delivered by FeedBurner

Si è verificato un errore nel gadget