domenica, aprile 26, 2009

TUTTO E' NATURALE!

Ispirato da un articolo di Dario Bressanini sugli Additivi faccio le seguenti considerazioni "provocatorie" ma non tanto!!

Spesso si parla di naturale e di non naturale, o chimico. riferendosi a ciò che l'uomo è in grado di sintetizzare in laboratorio, spesso al di là che ciò che si sintetizza possa essere indentico a ciò che esiste in natura.


Faccio una provocazione e affermo che TUTTO E’ NATURALE, anche ciò che deriva dalla presenza dell’uomo sulla terra, e che non ci sarebbe stato senza la sua presenza, compresi i cosiddetti prodotti chimici di sintesi!

Essendo noi esseri umani parte della natura, tutto ciò che facciamo non può che essere naturale, come ad es. un palazzo, una automobile o un computer. Tutto è costituito dagli stessi tipi di atomi presenti in ciò che ci circonda, quindi perchè fare questa distinzione? Abbiamo qualche caratteristica particolare per cui dobbiamo sentirci discriminati per il presunto fare cose non naturali?

Il fatto che noi stiamo forzando la natura esterna alla nostra specie, nel senso di squilibrare la sua armonia verso uno stato sempre più precario, non credo che ci possa escludere dalla natura in tutto ciò che facciamo. E’ solo una questione di equilibrio tra ciò che facciamo e ciò che la natura intorno a noi è in grado metabolizzare senza influire sulla salute di Gaia, la Terra vivente.

Questo è un pensiero che mi rulla in mente da tempo. Se pensiamo che facciamo parte della natura in ogni nostra attività, forse potremmo essere più consapevoli che tutto ciò che vive oltre la nostra specie merita maggiore rispetto a partire dalla nostro astro vivente che gentilmente ci ospita.
Se l’uomo si estinguesse domani, tutto ciò che esiste a causa dell’uomo scomparirebbe nell’arco di qualche decina di millenni!

Quindi più che una distinzione fra naturale e artificiale farei una distinzione tra ciò che permette di mantenere un equilibrio complessivo accettabile e ciò che va nel senso contrario. Parlo in senso generale, e quindi anche per il singolo essere vivente, uomo incluso.

Usciamo dall’antropocentrismo e riprendiamoci il nostro ruolo animale in questo universo, seppur di animale intelligente, termine col quale ci etichettiamo in modo autoreferenziale.

Ovviamente tutto ciò che fa parte della natura, dell’universo intero, è chimica, noi stessi inclusi.
Era chimica prima che il termine "chimica" fosse formulato per la prima volta, sarà chimica dopo che l’uomo si estinguerà.

3 commenti:

Cicabuma ha detto...

Questo è un pensiero che ho avuto spesso anch'io! Non naturale è l'impatto che certe cose che facciamo ha sulla natura, su Gaia... Dobbiamo meditare su questo!!!
Francesca

Francesco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Francesco ha detto...

A mio avviso anche l'impatto è sempre naturale anche se a volte non è in armonia con ciò che ci circonda o noi stessi.

un abbraccio
Francesco

Sottoscrivi via Email

Inserisci la tua email:

Delivered by FeedBurner

Si è verificato un errore nel gadget