domenica, gennaio 20, 2008

Atei devoti nel giardino del Papa- Eugenio Scalfari

Riporto un brano dell'articolo di Scalfari di oggi, molto significativo. Anche tutto il resto è molto interessante ad es. quando parla delle qualità cristiane dei Mastella, dei Cuffaro!!

"Capisco la voglia di farle convergere, capisco anche il legittimo desiderio dei credenti e di chi li guida a spingere i non credenti verso le loro convinzioni di fede per guadagnar loro la salvezza, ma capisco meno la petulanza ripetitiva che talvolta accoppia lo slancio missionario con un'attività pedagogica fondata sulla ferma credenza di chi depositario della verità considera come inferiori intellettualmente e spiritualmente quanti dissentono dal suo zelo religioso o ne accettano alcuni principi ispiratori respingendone la precettistica che l'accompagna."

Io non sono nè ateto nè devoto! E credo che nelle vicende legate alla Sapienza ci siano stati scontri tra visioni del mondo dogmatiche come quella del cattolicesimo è quella dello scienza.

Premetto che vivo di scienza, a livello accademico, ma la mia visione oggi è ben rappresentata nei punti riportati qua: L'altra scienza




Nessun commento:

Sottoscrivi via Email

Inserisci la tua email:

Delivered by FeedBurner

Si è verificato un errore nel gadget