martedì, settembre 30, 2008

"Rinasco dall'utero del tuo abbraccio".

Francesca in chiusura del suo ultimo post ha partorito qualcosa che è risuonata in me con grande forza.
Indescrivibile.
Tocca corde molto profonde.
E' solo da contemplare in silenzio.
Grazie


"Rinasco dall'utero del tuo abbraccio".
Francesca

3 commenti:

Cicabuma ha detto...

Ssssssss....
E' una poesia che avevo scritto molti anni fa per ringraziare mio marito che mi ha letteralmente presa per i capelli e tirata fuori da una situazione di grande tristezza e frustrazione...
Grazie a quegli abbracci, di cui ero affamata in modo indescrivibile, sono riuscita a ripartire. Quelle braccia sono state per me l'utero della mia rinascita, si!!!
E' una bella frase... ne sono davvero orgogliosa. Non so come mi è venuta fuori.
Mi fa piacere che ne hai percepito la bellezza e la forza. Grazie.
Un abbraccio
Francesca

Francesco ha detto...

La tua è situazione di vita di allora è simile a quella che vivo al momento, anche se il mio essere a volte burlone mi fa apparire in modo diverso, almeno per chi mi conosce superficialmente. Non è evidente se non racconto ciò che passa dentro di me. Sono in mezzo al mare, piatto, senza meta senza fine apparente. Quantomeno non riesco a tradurlo a parole, pensieri. Vado avanti a sensazioni acchiappando ciò che risuona con le mie corde, vibranti, ma che disperdono montagne di energia in comportamenti compulsivi e dipendenti.

Grazie ancora
Un abbraccio
Francesco

P.C. Le cose non avvengono per caso. Quella poesia non è venuta fuori per caso, allora come adesso.

Cicabuma ha detto...

Caro Francesco,
ti va di parlare un po' con me?
L'indirizzo mail lo hai!!!
Un abbraccio
Francesca

Sottoscrivi via Email

Inserisci la tua email:

Delivered by FeedBurner

Si è verificato un errore nel gadget