venerdì, marzo 07, 2008

Il tuo errore più vicino alla verità

A te che sei uno scienziato dell'uomo, di ciò che è vivo, chiedo perché mai continui a dividere, non consideri il soggettivo, l'essenziale, quando la metafisica te lo dice da millenni e da ormai mezzo secolo anche la fisica - la più pura delle scienze -lo ha decretato. La conoscenza totale è impossibile senza la dimensione del soggettivo, la mente dell'osservatore modifica il fenomeno osservato. Lo sviluppo della coscienza intuitiva potrà permetterti di osservare il fenomeno senza pretese di obiettività, favorirlo e interagire con esso per riportare la tua esperienza dell'esperienza. Imparerai dalla tua esperienza dell' esperienza, diverrai più ricco e questo lo trasmetterai a chi farà esperienza di te. Se vorrai che la scienza progredisca descriverai il fenomeno, riporterai quello che tu hai sentito rapportandoti ad esso, elaborerai razionalmente i fatti portando le tue osservazioni, sapendo che questo è quello che tu pensi, puramente arbitrario, è il tuo errore più vicino alla verità.



Pierluigi Lattuada in "Potere Spirituale e Guarigione- La vera forza terapeutica della visualizzazione"


Da operatore della scienza, di una scienza più semplice della scienza della vita, posso senz'altro concordare sul fatto che le conoscenze della scienza di sistemi complessi, e basta poco per rendere un sistema complesso, sono senz'altro degli "errori" che più si avvicinano alla verità. Errori soggettivi altro che oggettività della scienza!

Il rigore scientifico può essere valido nella raccolta dei dati sperimentali, ma quando dai dati si passa alla loro interpretazione spesso la scienza, nell'accezione comune del termine, è pura opinione. Questo non toglie nulla all'importanza delle opinioni, che fanno certamente progredire la scienza, ma non possiamo vendere le nostre opinioni come scienza, nel senso galileiano del termine, come accade spesso nella medicina.


Se includiamo la soggettività e tanto altro nella scienza, allora Scienza diventa qualcosa di molto più ampio.

Nessun commento:

Sottoscrivi via Email

Inserisci la tua email:

Delivered by FeedBurner

Si è verificato un errore nel gadget