sabato, ottobre 18, 2008

Il taroccatore di numeri!!

BRUXELLES - A Bruxelles sono "allibiti": sul costo del pacchetto di misure europee per contenere l'effetto serra, "l'Italia dà numeri sbagliati". Ed è subito scontro con il governo Berlusconi. Sulla questione interviene anche il capo dello Stato Giorgio Napolitano che sottolinea come le esigenze di sostenere l'economia non debbano sopravanzare il rispetto e la tutela dell'ambiente.
Se il presidente del Consiglio italiano ieri calcolava che il prezzo per ridurre l'emissione di CO2 sarà di 18 miliardi all'anno (mercoledì erano 25 miliardi), per il commissario Ue all'ambiente Stavros Dimas, i costi sarebbero tra i 9,5 e i 12,3 miliardi. Anzi, per la Ue, "l'Italia è uno dei Paesi che probabilmente farà l'affare migliore" sul clima, anzichè subire uno svantaggio insopportabile. I numeri forniti da Roma "sono completamente al di fuori di ogni proporzione", ha detto il commissario Ue. "Non so da dove vengono, ma non sono quelli che noi chiediamo".

cont su Repubblica.it

Non ho certezze sull'effetto serra (anche se la CO2 è un gas serra come tanti altri), ma mettersi contro l'Europa dando i numeri al lotto mi sembra che rientri nella personalità di uno che con i numeri ci azzecca solo quando riguardano il suo portafoglio!!

Questi si preoccupano di non poter rispettare i tempi concordati perchè questo andrebbe contro l'economia, ma mandare a casa centinaia migliaia di precari non influisce sull'economia!! Non tutti hanno il paracadute famiglia. Non tutti si chiamano Piersilvio! Ma all'Italietta l'Unto piace e quindi .....Amen!!

Nessun commento:

Sottoscrivi via Email

Inserisci la tua email:

Delivered by FeedBurner

Si è verificato un errore nel gadget