domenica, novembre 16, 2008

Vita o non vita! Chi lo decide? E sulla base di cosa?

Prendo spunto da un post del blog di Daniela Ovadia per delle mie considerazioni sulla Vita.

Personalmente considero Vita qualsiasi insieme di cellule, organizzate secondo la logica di un essere vivente, che sia in grado di rigenerarsi o riprodursi, anche con l’aiuto esterno, anche con un cervello che non è più tale per le sue funzioni. Questo vale per un embrione, dal suo concepimento, e per una persona in stato vegetativo irreversibile! Conosciamo così poco della vita che non possiamo decidere a priori che non sia tale in qualsiasi stato essa conservi la suddetta capacità.
Parlo da laico, da posizioni che non hanno niente da spartire con quelle di qualsiasi religione anche se possono convergere con esse, ma non per partito preso.
Eluana Englaro settimane fa ha avuto delle emorragie interne che in qualche modo si sono autolimitate e non hanno apparentemente prodotto danni! Un organismo senza vita non è in grado di fare questo. Sarà stato un segnale ben preciso sulla sua attuale volontà, contraria a quella di quando aveva 15 anni!!??
La coscienza è qualcosa che va ben oltre la mente!
Mi considero un agnostico aperto verso qualsiasi posizione non dogmatica. E al di là delle ragioni che ognuno porta a supporto del suo punto di vista, chi decide cosa è Vita e sulla base di cosa??
Lo scontro pro e contro aborto o eutanasia si basa sull’idea che ognuno ha di ciò che è Vita. Sono pronto a cambiare idea se qualcuno mi convince che un embrione, sin dal concepimento, o lo stato vegetativo non siano vita. In ambedue i casi è vita che dipende da qualcun altro ma come si fa a dire che in queste condizioni non si tratta di vita!??

Nessun commento:

Sottoscrivi via Email

Inserisci la tua email:

Delivered by FeedBurner

Si è verificato un errore nel gadget