sabato, maggio 31, 2008

Alexander Lowen sulla psicanalisi

Mentre dobbiamo riconoscere gli importantissimi contributi della psicanalisi alla comprensione della condizione umana, dovremmo renderci conto che la psicanalisi ha avuto anche degli effetti negativi su tale condizione. Ha contribuito ad alimentare la spaccatura tra l'ego e il corpo o tra la cultura e la natura, mettendo in rilievo l'antagonismo tra questi aspetti polari della vita e ignorando la loro sottostante unità. Inoltre, mettendo a fuoco quasi esclusivamente i processi psichici, tende a denigrare il ruolo dei fattori somatici nelle malattie emotive. Così la psicanalisi tende a favorire l'illusione che la mente sia l'unico aspetto importante del funzionamento degli esseri umani. In pratica ciò porta a concentrarsi e immergersi nelle parole nelle immagini mentali e a farci assorbire da queste, trascurando i modi di espressione non verbali. Non può pertanto non finire in un sistema di intellettualizzazioni che hanno perso la loro connessione essenziale con la natura animale dell'uomo.

Alexander Lowen in "La depressione e il corpo"


1 commento:

Attentialweb ha detto...

ha ha, Sono un grandissimo estimatore di A. Lowen. Ho tutti i suoi libri,ho partecipato a molti incontri e mi sono riproposto, di fare una sezione dedicata esclusivamente a lui, appena ho tempo.
Complimenti per il blog, che ho scoperto tramite Paola.
Roby

Sottoscrivi via Email

Inserisci la tua email:

Delivered by FeedBurner

Si è verificato un errore nel gadget